MARCO E PIPPO, l'unico duo che è un trio! Spettacoli di TEATRO CABARET in cui italiano e DIALETTO VENETO si mischiano creando un nuovo affascinante linguaggio comico! 

Marco, Pippo e Gaetano.  Ma si chiamano “Marco e Pippo, l'unico duo che è un trio”. E Gaetano??? C’è una spiegazione logica… basta andare un po’ indietro nel tempo.

Tutto nasce nel 2005 quando Marco e Pippo, dopo aver testato con gli amici una certa capacità di scrivere testi comici, partecipano al laboratorio di cabaret “Rakkolta Differenziata” di Padova, a cura di Vasco Mirandola. 

“Oh perbacco: il pubblico ride ai nostri sketch?! Non solo gli amici! Che bello, allora perché non provare a scrivere un intero spettacolo comico?”

E così nel 2006 scrivono il loro primo spettacolo: “Storie d’amore perpetuo… o de na perpetua innamorà!”. Portato su un palco una prima volta, poi un'altra, poi un'altra ancora, poi qualcuno li vede, li chiama nel suo paese, arriva il passaparola… e gli spettacoli cominciano a moltiplicarsi!

Nel 2011, la svolta. Come in molte famiglie dopo qualche anno… “nasse el pìcoeo”! Così in occasione della scrittura del nuovo spettacolo “Centoc’incanta”,  debutatto al teatro Verdi di Padova, Marco e Pippo chiedono a Gaetano di entrare nel duo. “Solo per questo spettacolo. Poi basta. Non ti vogliamo più vedere”. E infatti, el ze ancora qua!

Da allora macinano chilometri in tutto il Veneto portando in scena spettacoli comici con uno stile di comicità pulito e immediato, che mischia l’italiano col dialetto veneto, la visual comedy con l’improvvisazione, la musica con canzoni e video, acquisendo una sempre crescente approvazione da parte del pubblico, degli addetti ai lavori e della critica… (che no gavemo mai capìo chi che sia sta “critica”, ma comunque ea ne approva).

Un po’ di numeri? In questi anni Marco e Pippo – l’unico duo che è un trio, ha:

  • scritto ed interpretato ben 11 spettacoli comici (dal 2006 ad oggi); l’ultimo, in ordine temporale, si intitola “BEST 2017". Tra le date storiche piace ricordare il tutto esaurito al Gran Teatro Geox nel 2016 con lo spettacolo “I pensieri sono semi – special ediscion”, grazie all’importante collaborazione con Zed;
  • realizzato centinaia spettacoli dal vivo e tantissimi incontri presso scuole, associazioni, Comuni e parrocchie, dove la comicità è diventato il valore aggiunto per la realizzazione di importanti percorsi educativi;
  • scritto e prodotto due libri, con migliaia di copie vendute. A novembre 2017 uscirà il terzo libro “Cara maestra ancora precaria”;
  • prodotto tre dvd dei loro spettacoli live;
  • partecipato a programmi televisivi locali ed un’apparizione su Rai2, ideato e realizzato programmi radiofonici su frequenze locali, in particolare su Radio Padova con Domy Grande e con la trasmissione “La Domenica Sportina”;
  • collaborato con rubriche comiche nei quotidiani locali (’ultima in ordine temporale con “Il Mattino di Padova” nella rubrica “Buongiorno Mattino” di Leandro Barsotti);
  • inventato un format di spettacolo che si chiama “Freak Show”, spettacoli unici in cui la comicità si sposa con altre forme artistiche, collaborando con molti attori, musicisti, cantanti, ballerini e artisti del territorio;
  • ideato uno slogan che accompagna tutto il loro lavoro: THINK LESS SMILE MORE, cioè preoccupati di meno e sorridi di più!

Infine, dal 2011 coltivano quotidianamente una vivace Comunità di Facebook, arrivata oggi ad oltre 35.000 follower ed in costante crescita. Uno spazio unico e piacevole in cui tenersi informati sulle date, le novità, i progetti di Marco e Pippo e soprattutto divertirsi con le loro battute.

Beh, ora che li conosci resta solo una cosa da fare: VEDERLI DAL VIVO!

Fatti contagiare dal loro mondo: quando li incontri non ne puoi più fare a meno!  Una medicina benefica e senza controindicazioni!!!

PS - ma veramente tre uomini da soli possono riuscire a fare tutto questo? Ma figuriamoci, no ghe crede nessuno! E infatti, fin dal primo giorno, come un motore nascosto ma instancabile c’è una persona che elabora, pensa, fà, briga, parla, costruisce, desfa, propone, va avanti, supporta, sopporta e lavora per la buona riuscita e per la crescita di tutto: Silvia Burattin, a cui va un immenso GRAZIE.